Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica?

Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica?
Articolo
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
il fosso ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Il VP prende forza centrale, le velocità zonali sugli oceani aumentano e i continenti si scaldano!



L'Europa centro-meridionale, superata la fase di transizione in cui il getto si disporrà da Sud, tornerà in ranghi termici più vicini alle medie, perché il flusso oceanico entrerà bene sul continente.

...che una fase simile può indurre ulteriore "pericolosa" accelerazione al VP, MA ANCHE un espansione dell'HP russo-siberiano.        



Scusa,Fosso,da neuroni oggi azzerati dal mal di testa,con "MA ANCHE" intendi due dinamiche complementari e combinate  o una escludente l'altra? Scusa la domanda ma nn riesco a riflettere ora.



 
Ultima modifica di Poranese457 il Lun 16 Dic, 2019 07:16, modificato 2 volte in totale 
Modificato da Poranese457, Lun 16 Dic, 2019 07:16: Fate attenzione con i quote
 Olimeteo [ Dom 15 Dic, 2019 23:47 ]


Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica?
Commenti
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Quello che si evince dal GFS odierno è proprio un rallentamento della zonalità a partire dal 22-23 dicembre, cosa che potrebbe favorire un'elevazione dell'HP a cavallo proprio del 24-25 dicembre.
L'americano mostra questa opzione, però manca il supporto di un'onda asiatica che sospinga il freddo verso le nostre latitudini e finisce che il blocco collassa.
Con un'adeguata spinta asiatica si potrebbe aspirare ad una vera irruzione i giorni successivi al Natale, da parecchio inquadrati come possibile target.

Vediamo i prossimi aggiornamenti.



 
 GiagiMeteo [ Lun 16 Dic, 2019 07:34 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Per Reading il giorno di Natale possible pranzo in spiaggia sul Tirreno  



 
 Poranese457 [ Lun 16 Dic, 2019 08:29 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Intanto mezzo ribaltone di GFS per Natale, che in 12 ore è passato da questo:

 gfsopeu18_237_1

A questo:

 gfsopeu06_225_1

A 10 giorni la situazione, come è normale che sia, resta molto incerta. Di freddo vero non se ne vede, ma sarebbe già qualcosa.



 
 Cyborg [ Lun 16 Dic, 2019 11:53 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
E per il dopo Natale vedè l'HP elevarsi per bene verso la penisola scandinava



 
 Verglas [ Lun 16 Dic, 2019 12:12 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Cyborg ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Intanto mezzo ribaltone di GFS per Natale, che in 12 ore è passato da questo:

 

A questo:

 

A 10 giorni la situazione, come è normale che sia, resta molto incerta. Di freddo vero non se ne vede, ma sarebbe già qualcosa.

Almeno un po' di neve a quote medie, già è qualcosa.



 
 GiagiMeteo [ Lun 16 Dic, 2019 13:09 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Per provare a rispondere alle varie domande direi, boh

Come dicevo l'asse oceano-oceano approfondisce il VP  aumentando la sua velocità di rotazione, questo perché il flusso periferico della simil-ellissi che viene a crearsi incontra minori ostacoli orografici, in più le pressioni tropicali oceaniche aumentano il gradiente termico-barico donando ulteriore velocità ai flussi. Il VP accelerando guadagna centralità e la fase è "pericolosa" anche perché rischia di andare in sicro con una stratosfera fredda e di sfociare in una lungo periodo con elevate velocità zonali.
L'unica "spina nel fianco" in casi di questo tipo è l'HP russo-siberiano, il getto così disposto non penetra a fondo nel continente asiatico, e l'HP può espandersi gradualmente, ciò costringe il flusso zonale a deviare verso nord e a ridiscendere "a valle" dell'HP stesso, accumulando massa e vorticità tra est Siberia e pacifico nord-occidentale.
Ciò può innescare oscillazioni della "corda zonale" sempre più marcate, e generare improvvisi blocchi.
Avveniva spesso negli anni '90, il VP era sempre forte, e l'uscita più comune dalle lunghe fasi zonali erano improvvise impennate del getto che evolvevano in scand+, e il freddo arrivava quasi sempre da Est-NE.

Questa è una delle opzioni.

L'altra opzione è che il meccanismo si interrompa prima che le velocità zonali diventino tese. Il lobo canadese deve riacquistare massa e si deve creare vorticità profonda in uscita da Terranova. A quel punto si possono creare da subito le condizioni per un'elevazione azzorriana che può evolvere a scand+ e convogliare, prima masse polari, poi continentali verso l'Europa.

Per il comportamento che ha avuto finora il VP, e per questioni teleconnettive la seconda sembra l'opzione più probabile, ma la natura ci da sempre delle lezioni nuove, quindi per ora non ci faccio la bocca.
Il periodo che appare cruciali, come penso avrete capito, è tra Natale ed Epifania.

Vedremo con calma i prossimi aggiornamenti.



 
 il fosso [ Lun 16 Dic, 2019 18:18 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Long che comincia ad essere interessante
graphe_ens3_fcr7



 
 enniometeo [ Lun 16 Dic, 2019 18:30 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Per quel che vale, media ens che si abassa vistosamente nel medio lungo
graphe_ens3_tgp4

Notavo inoltre che alcuni spaghi sono simili alla visione di ICON per il 24



 
Ultima modifica di Matteo91 il Lun 16 Dic, 2019 18:32, modificato 1 volta in totale 
 Matteo91 [ Lun 16 Dic, 2019 18:30 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
il fosso ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Per provare a rispondere alle varie domande direi, boh

Come dicevo l'asse oceano-oceano approfondisce il VP  aumentando la sua velocità di rotazione, questo perché il flusso periferico della simil-ellissi che viene a crearsi incontra minori ostacoli orografici, in più le pressioni tropicali oceaniche aumentano il gradiente termico-barico donando ulteriore velocità ai flussi. Il VP accelerando guadagna centralità e la fase è "pericolosa" anche perché rischia di andare in sicro con una stratosfera fredda e di sfociare in una lungo periodo con elevate velocità zonali.
L'unica "spina nel fianco" in casi di questo tipo è l'HP russo-siberiano, il getto così disposto non penetra a fondo nel continente asiatico, e l'HP può espandersi gradualmente, ciò costringe il flusso zonale a deviare verso nord e a ridiscendere "a valle" dell'HP stesso, accumulando massa e vorticità tra est Siberia e pacifico nord-occidentale.
Ciò può innescare oscillazioni della "corda zonale" sempre più marcate, e generare improvvisi blocchi.
Avveniva spesso negli anni '90, il VP era sempre forte, e l'uscita più comune dalle lunghe fasi zonali erano improvvise impennate del getto che evolvevano in scand+, e il freddo arrivava quasi sempre da Est-NE.

Questa è una delle opzioni.

L'altra opzione è che il meccanismo si interrompa prima che le velocità zonali diventino tese. Il lobo canadese deve riacquistare massa e si deve creare vorticità profonda in uscita da Terranova. A quel punto si possono creare da subito le condizioni per un'elevazione azzorriana che può evolvere a scand+ e convogliare, prima masse polari, poi continentali verso l'Europa.

Per il comportamento che ha avuto finora il VP, e per questioni teleconnettive la seconda sembra l'opzione più probabile, ma la natura ci da sempre delle lezioni nuove, quindi per ora non ci faccio la bocca.
Il periodo che appare cruciali, come penso avrete capito, è tra Natale ed Epifania.

Vedremo con calma i prossimi aggiornamenti.

Il grassettato è praticamente la visione di ICON 12z di oggi pomeriggio, mentre in GFS 12z il VP prende molta forza proprio dall'asse oceano-oceano che hai ben descritto riaccorpandosi oltre le 200h e, sostanzialmente, lasciandoci a bocca asciutta per un bel po'.

Questo è GFS 12z a 180h, con un VPT pronto all'accorpamento nei pressi del Polo geografico:

 gfsopnh12_180_1_1576517396_693258

Questo invece è ICON, sempre alla medesima distanza, con un VP decisamente più "spalmato" sui continenti e con una conseguente, profondissima infilata dell'HP azzorriano:

 icoopnh12_180_1

Correggimi se ho detto qualche castroneria



 
 GiagiMeteo [ Lun 16 Dic, 2019 18:32 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Gfs 12 si ricompatta in maniera assurda .....speriamo che sia solo un run ! Lo so che si parla di 380 ore..



 
 Frosty [ Lun 16 Dic, 2019 18:38 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
GiagiMeteo ha scritto: [Visualizza Messaggio]


Correggimi se ho detto qualche castroneria


Esatto Giagi, beh ICON di stasera è la perfezione, non l'avevo visto, rappresenta il top che può scaturire da questa situazione. Vedi come appena si ricrea massa canadese il VP dal nostro lato si apre come una mela? Perchè le profondità maggiori sono dall'altra parte dell'emisfero, e la massa canadese fa impennare i flussi verso il polo.
Roba da evento storico, ma è solo un run di ICON...

GFS12 invece sceglie l'opzione A

 gfsnh_0_360

Rappresentando bene anche l'azione dell'HP russo-siberiano come la descrivevo.

Vedremo



 
 il fosso [ Lun 16 Dic, 2019 18:46 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
il fosso ha scritto: [Visualizza Messaggio]
GiagiMeteo ha scritto: [Visualizza Messaggio]


Correggimi se ho detto qualche castroneria


Esatto Giagi, beh ICON di stasera è la perfezione, non l'avevo visto, rappresenta il top che può scaturire da questa situazione. Vedi come appena si ricrea massa canadese il VP dal nostro lato si apre come una mela? Perchè le profondità maggiori sono dall'altra parte dell'emisfero, e la massa canadese fa impennare i flussi verso il polo.
Roba da evento storico, ma è solo un run di ICON...

GFS12 invece sceglie l'opzione A



Rappresentando bene anche l'azione dell'HP russo-siberiano come la descrivevo.

Vedremo

Tra l'altro è tra i pochissimi cluster (l'ufficiale intendo) che vedrebbe quella che al momento è un'opzione poco probabile, ovvero un ESE cold, che a fine dicembre è una bella ipoteca, perlomeno su gennaio.
Fortunatamente è forse l'unico spago che contempla questa ipotesi, per il resto altri hanno postato gli spaghi e la situazione è a dir poco aperta.
Avremo bisogno di qualche altro giorno per sciogliere la questione, speriamo nel verso "freddo e nevoso"



 
 GiagiMeteo [ Lun 16 Dic, 2019 18:51 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Bellissime le.ens  



 
 Frosty [ Lun 16 Dic, 2019 18:58 ]
Messaggio Re: Seconda E Terza Decade Di Dicembre,si Riapre La Porta Atlantica? 
 
Le ENS di stasera riaprono le porte alla speranza per la fine dell'anno. Grazie al cielo e anche ai movimenti così ben spiegati da voi qua sopra.    

 ens_image



 
 zeppelin [ Lun 16 Dic, 2019 19:10 ]
Mostra prima i messaggi di:    
NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Pagina 3 di 28
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4 ... 26, 27, 28  Successivo
Vai a pagina   
 

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite
Utenti Registrati: Nessuno