Linea Meteo


Meteocafè - Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali



Fili [ Sab 21 Mar, 2020 11:01 ]
Oggetto: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Cerchiamo di entrare nel dettaglio previsionale delle prossime 96 ore, per quanto possibile, grazie ai modelli che stamani sono tutti concordi nel vedere la traiettoria del nucleo artico in discesa dalla Nuova Zemljia, veicolato con moto retrogrado dall'ampia area anticiclonica formatasi sulla Scandinavia nei giorni precedenti. Che sia aria artica e non continentale ce lo dimostra la natura dello stesso: aria molto fredda in quota (fino a -38° a 500hPa sui Balcani), solo relativamente fredda alle medie quote (non sotto i -10° a 850hPa, sempre sui Balcani).

Chiaramente, trovandoci a fine Marzo, le potenzialità dell'evento stesso sono ovviamente ridotte rispetto al cuore della stagione invernale, ma vediamo di capire cosa potrebbe succedere. L'analisi è rivolta all'Umbria ed alle regioni vicine.

SABATO 21 MARZO: giornata inizialmente serena e molto mite, con massime ancora diffusamente prossime o di poco superiori ai 20 gradi un po' ovunque. Velature e nubi alte in arrivo da sud, durante il pomeriggio, a causa della risalita di un minimo depressionario dalla Tunisia. Non esclusa qualche sporadica goccia di pioggia.

DOMENICA 22 MARZO: tempo ancora "tranquillo" al mattino, con nubi sparse e temperature ancora sopra la media del periodo. Dal pomeriggio iniziano ad intensificare i venti da nord-est, ad iniziare dai settori Adriatici, per poi estendersi a tutte le restanti zone. L'aria si "ripulisce" da velature e foschie, crolla l'umidità sottovento alla dorsale, iniziano ad addensarsi nubi in banchi sull'Appennino. E' la cosiddetta "fase 1". Le prime precipitazioni sottoforma di neve si potranno avere, in Appennino, dalla notte su lunedì, con QN in rapido calo fino alla bassa collina.

LUNEDI' 23 MARZO: in questa fase saranno quasi impossibili sfondamenti consistenti dello stau sui versanti occidentali, al massimo qualche episodio di nevischio intermittente sulle zone più esposte. Nevicate più consistenti si avranno chiaramente sulla fascia compresa tra Gubbio e Nocera Umbra, notoriamente esposta alle correnti da nord-est. Precipitazioni più intense e continue sui versanti Adriatici: Romagna, Marche, Abruzzo, Molise saranno interessate da precipitazioni diffuse a tratti anche insistenti, con neve oltre 4/500 metri. E' il momento più freddo dell'irruzione, con termiche fino a -9° sulla Dorsale ad 850hPa. Fase di stau puro, senza contributo instabile in quota.

gfs_0_54_1584783073_295228

MARTEDI' 24 MARZO: condizioni simili al giorno precedente per le prime 12/15 ore della giornata. Dal pomeriggio inizia a manifestarsi il contributo perturbato in quota (fase 2), con il nucleo di aria molto fredda (-36°) ed instabile a 500hPa che fa il suo ingresso sull'Adriatico centrale e settentrionale. Nuclei temporaleschi (ASE) potranno formarsi con frequenza ed interessare le zone costiere romagnole, marchigiane, abruzzesi con episodi di neve tonda/nevischio/pioggia mista, mentre lo stau prenderebbe vigore supportato dalla vorticità in quota. Primi sfondamenti più consistenti posso ipotizzarli dal pomeriggio di martedì, via via più intensi durante la sera e notte su mercoledì. Bufere in Appennino a tutte le quote, e primi accumuli consistenti dalla collina, chiaramente più esposti i versanti adriatici, dove non si esclude qualche fiocco in prossimi delle coste.

gfs_0_84_1584783570_105922

MERCOLEDI' 25 MARZO: prime 8/12 ore con il "clou" dell'irruzione fredda: il nucleo artico retrogrado ha oramai sfondato sul centro Italia: lo stau avrebbe probabile vigore per interessare la pedemontana umbra con lievi accumuli, con un po' di fortuna anche di qualche centimetro: in questa fase favorite tutte le zone ad est del Tevere (Castello - Umbertide - Assisi - Foligno - Spoleto), ma non si escludono spolverate anche a Perugia, Todi, zona del Pievese/Orvietano. Qualche fiocco possibile anche a Terni. Le temperature (-5/-6 a 850, -33 a 500) saranno sufficienti a far nevicare a tutte le quote. Chiaramente laddove la precipitazione dovesse essere più continua, si avranno gli accumuli migliori. Nevicate a quote molto basse lungo tutto il versante adriatico, da Rimini al Gargano. Imbiancate San Marino, Urbino, Cagli, Fabriano, Camerino/Tolentino, Ascoli, Teramo e via via a scendere. Appennino sotto bufera.

gfs_0_120_2

Nel frattempo una depressione dal Marocco si muove rapidamente verso la Tunisia e la Sicilia: andrà ad agganciare il nucleo freddo presente sull'Italia centrale, facendo "perno" e richiamando correnti intense da est-sud-est sull'Italia (fase 3). Dal pomeriggio di mercoledì assisteremo ad una probabile intensificazione dei fenomeni su tutta la fascia adriatica ma con temperature in graduale rialzo, anche se localmente la neve potrebbe continuare a cadere a quote molto basse. Si entra in un range previsionale ancora un po' incerto. Ottima occasione comunque per precipitazioni estese ed abbondanti su tutto il versante Adriatico e la fascia Appenninica centro-meridionale. Precipitazioni più deboli possibili anche sul versante tirrenico.

GIOVEDI' 26 MARZO: continua l'afflusso di correnti tese da est-sudest sull'Italia, con precipitazioni ancora insistenti sui versanti esposti. Accumuli che sulle Adriatiche potrebbero essere anche ingenti, con ottimi apporti nevosi per l'Appennino oltre i 1000 metri. QN in graduale rialzo, ma mai oltre appunto i 1000 metri.

gfs_0_132_1584784768_402381

VENERDI' 27 MARZO: si va esaurendo l'azione del vortice ciclonico presente sul Sud Italia. Precipitazioni in graduale calo e ampie aperture. Temperature che rientrano nella media del periodo.

Non ho citato le gelate, perchè non penso ve ne saranno - intese come quelle potenzialmente dannose per l'agricoltura - saranno infatti sempre presenti o ventilazione o nuvolosità, e quando i cieli si apriranno le temperature saranno oramai nella media del periodo. Ottima notizia quindi.

Questo è quanto (secondo il mio modesto parere) per ora, seguiamo gli aggiornamenti, e vediamo come evolverà la situazione.


enniometeo [ Sab 21 Mar, 2020 11:08 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Complimenti Fili!


Frasnow [ Sab 21 Mar, 2020 11:08 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Ottimo topic, ci voleva
Ormai i modelli paiono allineati sulla dinamica da te descritta, direi di monitorare successivamente la depressione in risalita dal nord africa, perchè potrebbero esserci sorprese così come problemi idro-geologici.
A me una sbiancata marzolina non mi dispiacerebbe, egoisticamente parlando spero che entro un flo più a sw il nocciolo così da impattare meglio sulla catena appenninica.


Fili [ Sab 21 Mar, 2020 11:10 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
enniometeo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Complimenti Fili!


ho dimenticato la tua zona: sarà la più colpita dalle precipitazioni tra mercoledì sera e venerdì mattina. Per me avrai nevicate molto importanti in una prima fase, poi forse sarai un po' a rischio con la QN...ma sopra gli 800/1000 sarà gran festa.

Appennino abruzzese, specie Roccaraso, sommerso di neve.... e non si potrà sciare


Frosty [ Sab 21 Mar, 2020 11:24 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Grazie fili ..... ! Anche per me sara un lunedi interessante e soprattutto martedi e.mercoledi ! Vediamo giovedi quanto tiene la colonna per vedere fino alla mattina magari nevicare a fiocconi per poi diventare acqua !


Matteo91 [ Sab 21 Mar, 2020 11:30 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Ottima analisi previsionale. Ammetto che un po' mi scoccia non poter andare in giro in appennino, ma amen, spero nel prossimo anno.

Ma questi movimenti a dicembre e gennaio no eh?


Freddoforever [ Sab 21 Mar, 2020 11:37 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Quell'aggancio della depressione è provvideziale per evitare danni all'agricoltura,tra cieli nuvolosi e richiamo più mite successivo non avremo problemi e finalmente tutto l'Adriatico avrà buone prp e anche buone scorte di neve in montagna,qui in collina vediamo se ci avviciniamo all'ultima nevicata seria di gennaio '19 con 15 cm.


Fili [ Sab 21 Mar, 2020 11:37 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Frosty ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Grazie fili ..... ! Anche per me sara un lunedi interessante e soprattutto martedi e.mercoledi ! Vediamo giovedi quanto tiene la colonna per vedere fino alla mattina magari nevicare a fiocconi per poi diventare acqua !


in questo caso, secondo me, non si parlerà di "colonna d'aria", non avremo forti gelate da inversione (e quindi cuscini freddi), passeremo da una fase perturbata ad un'altra. Tutt'al più ci potranno essere delle zone dove si creeranno delle sacche d'aria fredda più difficili da scalzare... situazione da monitorare in nowcasting.


Fili [ Sab 21 Mar, 2020 11:38 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Freddoforever ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Quell'aggancio della depressione è provvideziale per evitare danni all'agricoltura,tra cieli nuvolosi e richiamo più mite successivo non avremo problemi e finalmente tutto l'Adriatico avrà buone prp e anche buone scorte di neve in montagna,qui in collina vediamo se ci avviciniamo all'ultima nevicata seria di gennaio '19 con 15 cm.


secondo me 15cm li avrai già lunedì sera.


andrea75 [ Sab 21 Mar, 2020 11:39 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Ottimo topic, grazie Fili.


Frosty [ Sab 21 Mar, 2020 11:39 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Fili ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Frosty ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Grazie fili ..... ! Anche per me sara un lunedi interessante e soprattutto martedi e.mercoledi ! Vediamo giovedi quanto tiene la colonna per vedere fino alla mattina magari nevicare a fiocconi per poi diventare acqua !


in questo caso, secondo me, non si parlerà di "colonna d'aria", non avremo forti gelate da inversione (e quindi cuscini freddi), passeremo da una fase perturbata ad un'altra. Tutt'al più ci potranno essere delle zone dove si creeranno delle sacche d'aria fredda più difficili da scalzare... situazione da monitorare in nowcasting.
si giusto !


Freddoforever [ Sab 21 Mar, 2020 11:42 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Fili ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Freddoforever ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Quell'aggancio della depressione è provvideziale per evitare danni all'agricoltura,tra cieli nuvolosi e richiamo più mite successivo non avremo problemi e finalmente tutto l'Adriatico avrà buone prp e anche buone scorte di neve in montagna,qui in collina vediamo se ci avviciniamo all'ultima nevicata seria di gennaio '19 con 15 cm.


secondo me 15cm li avrai già lunedì sera.


difficile....nella prima fase le prp non sembrano granchè,piuttosto direi tra martedì e mercoledì.


GiagiMeteo [ Sab 21 Mar, 2020 11:43 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Ottima analisi, nulla da eccepire.
Per la quantità di neve che cadrà potrebbe essere un eventone sull'Appennino per fine marzo, con accumuli che, secondo me, sopra i 1200 m supereranno i 1,5 m.
Attendiamo, domani saranno definiti gli ultimi dettagli


Poranese457 [ Sab 21 Mar, 2020 11:47 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Grazie del topic fili, ottimo!

Aggiungo quanto scritto poco fa in sede previsionale sulla mia pagina FB


*** Aggiornamenti meteo ***

Buongiorno,

giungono conferme stamani circa l'intensa fase fredda che dovrebbe interessarci a partire dalla prossima settimana

Un nucleo di aria di origine attico/continentale è pronto a lanciarsi in direzione del Mediterraneo e nel giro di poche ore ci troveremo a passare da una mite fase primaverile ad un clima essenzialmente invernale

Il passaggio avverrà tra il pomeriggio di domani, con le isoterme negative già ben presenti in adriatico, e la mattinata di Lunedì.
Intense correnti da N-NE si attiveranno su tutti i settori centrali dapprima come detto sul versante Adriatico e propagandosi poi ai restanti territori

Il calo termico atteso sarà abbastanza corposo, nell'ordine di una decina di gradi e lo schema è tale che se fosse avvenuto 30/40 giorni fa ci troveremmo di fronte ad un evento invernale abbastanza interessante

Ci troviamo tuttavia a fine Marzo, il sole è alto e scalda in maniera discreta tanto che pure nell'apice della fase fredda prevista per martedì, specie le massime risulteranno si contenute ma non particolarmente basse.
Sentiremo freddo, specie al mattino, quei 4 gatti che saremo in giro

Un po' di attenzione va posta alle minime perchè nelle mattinate di Martedì e Mercoledì esse potranno risultare diffusamente sottozero, specie in pianura dove interverranno le inversioni termiche.
Non ritengo possibili valori da capogiro ma se avete qualche pianticella particolarmente suscettibile (leggasi, ALBICOCCHI) forse è meglio prepararsi a prevenire.

Capitolo precipitazioni: interesseranno essenzialmente l'appennino e l'immediata fascia pedemontana dove risulteranno nevose fino a quote molto basse e pure di discreta entità.

Mi sento di escludere fenomeni qui ad ovest (salvo qualche debole PIOGGIA domani pome/sera) ma potremo esser più precisi con i prossimi aggiornamenti dei modelli

Il tutto si risolverà, pare, nel giro di 2/3 giorni e già da Giovedì le temperature torneranno a salire per riallinearsi poi alle medie del periodo da Venerdì.


Figino [ Sab 21 Mar, 2020 11:53 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Analisi ineccepibile,complimenti!

Vorrei aggiungere che le precipitazioni da sfondamento previste per lo STEP temporale Martedì Pomeriggio-Mercoledì mattina sono assolutamente sottostimate dai vari GM e LAM.A mio modo di vedere avremmo sfondamenti più consistenti del previsto con intensi nuclei di vorticità che saranno in grado di scavalcare la fascia appenninica.


Fili [ Sab 21 Mar, 2020 12:01 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Figino ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Analisi ineccepibile,complimenti!

Vorrei aggiungere che le precipitazioni da sfondamento previste per lo STEP temporale Martedì Pomeriggio-Mercoledì mattina sono assolutamente sottostimate dai vari GM e LAM.A mio modo di vedere avremmo sfondamenti più consistenti del previsto con intensi nuclei di vorticità che saranno in grado di scavalcare la fascia appenninica.


Assolutamente d'accordo, e anche per la prima fase di lunedì, questo per rispondere all'amico di Sarnano.. I modelli non leggono bene l'impatto delle correnti contro l'Appennino.


GiagiMeteo [ Sab 21 Mar, 2020 12:04 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Fili ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Figino ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Analisi ineccepibile,complimenti!

Vorrei aggiungere che le precipitazioni da sfondamento previste per lo STEP temporale Martedì Pomeriggio-Mercoledì mattina sono assolutamente sottostimate dai vari GM e LAM.A mio modo di vedere avremmo sfondamenti più consistenti del previsto con intensi nuclei di vorticità che saranno in grado di scavalcare la fascia appenninica.


Assolutamente d'accordo, e anche per la prima fase di lunedì, questo per rispondere all'amico di Sarnano.. I modelli non leggono bene l'impatto delle correnti contro l'Appennino.

Ne sono convinto anche io.
Domani comunque posterò gli accumuli che mi aspetto da lunedì a giovedì mattina (quando la neve si tramuterà in pioggia).


Frasnow [ Sab 21 Mar, 2020 12:13 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Bene anche gli spaghi


Olimeteo [ Sab 21 Mar, 2020 12:24 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Bel compendio, Fili! Dalla mia, il lunedì lo vedo ancora prefrontale con scarso apporto da stau, Reading vede qualche nucleo isolato addossato al versante marchigiano-abruzzese comunque.
Poi 24 e 25 come descritti, possiamo solo attendere per dettagli Lam.
Dal pomeriggio del 25 la goccia tunisina sembra sollevarsi di visione comune rispetto a ieri fino a tutto il 26 : dal pomeriggio del 25 inizierà la fase di interazione e miscela tra le 2 masse d'aria.
Speriamo di salvarci da gelate massacranti grazie alla ventilazione e all'apporto solare di quasi Aprile.

Fili, o chiunque ne abbia voglia, vorrei porre qui quel dubbio puramente didattico che mi affliggeva leggendo quel breve articolo di Giuliacci sull 'origine di questa irruzione: non ha fatto altro che battere in breve su Siberia Siberia e Siberia dandolo ad intendere per un Buran in sostanza o comunque aria polare-continentale "grazie all'apporto di un robusto anticiclone russo-siberiano ". Un po' mi suona strano perché da giorni abbiamo visto tutt'altro aggiramento retrogrado :hp scandinava e aria artico-marittima in discesa semmai un po' continentalizzata


Frosty [ Sab 21 Mar, 2020 12:27 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Come ho detto da un po ....lunedi con la -9 /-8 sarà un "bello" stau anche se non supportato in quota ! Almeno il mio modo di vedere


Fili [ Sab 21 Mar, 2020 12:32 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Olimeteo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Bel compendio, Fili! Dalla mia, il lunedì lo vedo ancora prefrontale con scarso apporto da stau, Reading vede qualche nucleo isolato addossato al versante marchigiano-abruzzese comunque.
Poi 24 e 25 come descritti, possiamo solo attendere per dettagli Lam.
Dal pomeriggio del 25 la goccia tunisina sembra sollevarsi di visione comune rispetto a ieri fino a tutto il 26 : dal pomeriggio del 25 inizierà la fase di interazione e miscela tra le 2 masse d'aria.
Speriamo di salvarci da gelate massacranti grazie alla ventilazione e all'apporto solare di quasi Aprile.

Fili, o chiunque ne abbia voglia, vorrei porre qui quel dubbio puramente didattico che mi affliggeva leggendo quel breve articolo di Giuliacci sull 'origine di questa irruzione: non ha fatto altro che battere in breve su Siberia Siberia e Siberia dandolo ad intendere per un Buran in sostanza o comunque aria polare-continentale "grazie all'apporto di un robusto anticiclone russo-siberiano ". Un po' mi suona strano perché da giorni abbiamo visto tutt'altro aggiramento retrogrado :hp scandinava e aria artico-marittima in discesa semmai un po' continentalizzata


Non c'è alcun anticiclone siberiano e l'aria non viene in alcun modo dalla siberia.


Adriatic92 [ Sab 21 Mar, 2020 12:36 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Ottima analisi!!!

Anche per il proseguo il richiamo di quella depressione da sud , risulterà un vero toccasana per le zone adriatiche dopo 4 mesi di magra. Apporti precipitativi consistenti e rincarati per buona parte della settimana, precipitazioni nevose a quote medio-basse con qualche fiocco nella fase iniziale non del tutto escluso nel tratto costiero..


jony87 [ Sab 21 Mar, 2020 12:40 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Analisi molto dettagliata e pure assolutamente ineccepibile: bravo Fili


MilanoMagik [ Sab 21 Mar, 2020 12:45 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Ottima analisi fili!

Di solito non guardo né mi fido dei vari siti previsionali, ma mi sembra alquanto strano che in questi giorni sia MeteoAM (sopratutto) e sia 3Bmeteo mettano pioggia e non neve nel 90% della regione con quelle isoterme in quota


jony87 [ Sab 21 Mar, 2020 12:52 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
MilanoMagik ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ottima analisi fili!

Di solito non guardo né mi fido dei vari siti previsionali, ma mi sembra alquanto strano che in questi giorni sia MeteoAM (sopratutto) e sia 3Bmeteo mettano pioggia e non neve nel 90% della regione con quelle isoterme in quota


In genere MeteoAM dovrebbe essere affidabile (ricordo che ne parlò l'amico Luisito/Burjan tempo fa), quindi non so che dire in merito...


Adriatic92 [ Sab 21 Mar, 2020 12:57 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Mi suona davvero molto strano che certi accumuli siano spalmati in modo quasi uniforme dalla costa all'appennino, ci sarà un'errore di sovrastima...


k1llkod [ Sab 21 Mar, 2020 13:04 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
da neofita vorrei chiedervi, che ruolo può avere con la perturbazioni in arrivo il monte conero? favorirebbe precipitazioni nevose verso la costa a se stante?


Fili [ Sab 21 Mar, 2020 13:08 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Adriatic92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Mi suona davvero molto strano che certi accumuli siano spalmati in modo quasi uniforme dalla costa all'appennino, ci sarà un'errore di sovrastima...


I global model poco possono fare per una zona piena di microclimi come la nostra, specialmente in una situazione così complessa. Conta di più l'esperienza e le situazioni simili del passato.

Se dovessi affidarmi ai modelli, mai ipotizzerei neve su Foligno. Eppure sono fiducioso per una bella nevicata.


Olimeteo [ Sab 21 Mar, 2020 13:12 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
MilanoMagik ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ottima analisi fili!

Di solito non guardo né mi fido dei vari siti previsionali, ma mi sembra alquanto strano che in questi giorni sia MeteoAM (sopratutto) e sia 3Bmeteo mettano pioggia e non neve nel 90% della regione con quelle isoterme in quota
.
AM dovrebbe essere più affidabile (città per città però ti dà i 3 giorni) e nell'analisi tecnica è apprezzabile ; fino a ieri pure 3B era per la neve, almeno ad una rapida occhiata. Se non è neve così...
Quel che mi avvilisce è che un Giuliacci pompi per i likes. È da 10 giorni che monitoriamo il ponte , lo Scand+ e la retrogressione che non arriva davvero dalla Siberia. Poi pare che ogni aria che parta anche solo a destra delle Svalbard venga nei siti maccheronici fatta passare per gelo siberiano.
Spesso, Daniel, le carte a mesoscala coi fondotinta uniformi (già sono daltonico ) poco riescono a rendere delle infinite microzone.


Fili [ Sab 21 Mar, 2020 13:26 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Olimeteo ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Quel che mi avvilisce è che un Giuliacci pompi per i likes. È da 10 giorni che monitoriamo il ponte , lo Scand+ e la retrogressione che non arriva davvero dalla Siberia. Poi pare che ogni aria che parta anche solo a destra delle Svalbard venga nei siti maccheronici fatta passare per gelo siberiano. .


questa è la mappa dell'articolo di MeteoGiuliacci.it

schermata_2020_03_20_alle_17_35_40

chiaro che messa così, sembra proprio aria siberiana: il realtà la "A" sulla Siberia altro non è che una propaggine dell'HP dinamico scandinavo, non ha nulla di HP termico. Inoltre il nucleo freddo, di chiara origine artica, si è gia distaccato da nord e non proviene dalla direzione delle frecce ci sarà una componente continentale, ma secondo me molto relativa.


Adriatic92 [ Sab 21 Mar, 2020 13:30 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Fili ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Adriatic92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Mi suona davvero molto strano che certi accumuli siano spalmati in modo quasi uniforme dalla costa all'appennino, ci sarà un'errore di sovrastima...


I global model poco possono fare per una zona piena di microclimi come la nostra, specialmente in una situazione così complessa. Conta di più l'esperienza e le situazioni simili del passato.

Se dovessi affidarmi ai modelli, mai ipotizzerei neve su Foligno. Eppure sono fiducioso per una bella nevicata.


Quasi che tenderei ad escludere le zone costiere da possibili accumuli, se non a carattere molto locale, in caso di forti e brevi rovesci. È da valutare il ruolo che avrà la bora e sopratutto l'ASE!!


menca92 [ Sab 21 Mar, 2020 13:36 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Secondo me sulla costa non riuscirà a nevicare...con la bora sparata serve almeno una -12...almeno questo è quello che dicevano i romagnoli quando stavo ad Urbino e frequentavo forum di quella zona. Discorso diverso se si attivano correnti da NW con fenomeni forti (non ho mai capito la fisica del fenomeno, penso sia dovuto al rovesciamento dell'aria fredda sulle pendici dei monti che "scorre" giù verso la costa e contrasta la bora).


prometeo [ Sab 21 Mar, 2020 13:45 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
menca92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Secondo me sulla costa non riuscirà a nevicare...con la bora sparata serve almeno una -12...almeno questo è quello che dicevano i romagnoli quando stavo ad Urbino e frequentavo forum di quella zona. Discorso diverso se si attivano correnti da NW con fenomeni forti (non ho mai capito la fisica del fenomeno, penso sia dovuto al rovesciamento dell'aria fredda sulle pendici dei monti che "scorre" giù verso la costa e contrasta la bora).

Più che altro credo che sia l'aria del cuscinetto padano che va verso la costa con il N-W


GiagiMeteo [ Sab 21 Mar, 2020 13:46 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
menca92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Secondo me sulla costa non riuscirà a nevicare...con la bora sparata serve almeno una -12...almeno questo è quello che dicevano i romagnoli quando stavo ad Urbino e frequentavo forum di quella zona. Discorso diverso se si attivano correnti da NW con fenomeni forti (non ho mai capito la fisica del fenomeno, penso sia dovuto al rovesciamento dell'aria fredda sulle pendici dei monti che "scorre" giù verso la costa e contrasta la bora).

Sì, si chiama "CAD", ma non ho capito nemmeno io come realmente funzioni.


MilanoMagik [ Sab 21 Mar, 2020 13:56 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Le prime previsioni sull'ASE non sono male, purtroppo non va oltre le 00 del 24

ase_66_1584795344_648996

ase_72_1584795347_978496


Adriatic92 [ Sab 21 Mar, 2020 14:00 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
menca92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Secondo me sulla costa non riuscirà a nevicare...con la bora sparata serve almeno una -12...almeno questo è quello che dicevano i romagnoli quando stavo ad Urbino e frequentavo forum di quella zona. Discorso diverso se si attivano correnti da NW con fenomeni forti (non ho mai capito la fisica del fenomeno, penso sia dovuto al rovesciamento dell'aria fredda sulle pendici dei monti che "scorre" giù verso la costa e contrasta la bora).


Si, esattamente , quello che hai descritto è l'effetto CAD , una funzione importante per far sì che le correnti da terra riescano a contrastare quelle marittime più secche e "miti" tramite il rovesciamento d'aria fredda dovuto alle precipitazioni. La convergenza di correnti deboli in quota da NE e al suolo da NW è una perfetta sinottica a incastro per le aree costiere in caso di possibili nevicate, a volte non servirebbero neanche termiche poi basse inferiori alla -8/-10. Sono molteplici cmq le varianti: conta prima di tutto lo spessore della massa d'aria, l'asse della discesa con i relativi valori pressori e di GPT (oltre agli 850hpa), e poi la direzione e intensità delle correnti al suolo.


menca92 [ Sab 21 Mar, 2020 14:00 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
prometeo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
menca92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Secondo me sulla costa non riuscirà a nevicare...con la bora sparata serve almeno una -12...almeno questo è quello che dicevano i romagnoli quando stavo ad Urbino e frequentavo forum di quella zona. Discorso diverso se si attivano correnti da NW con fenomeni forti (non ho mai capito la fisica del fenomeno, penso sia dovuto al rovesciamento dell'aria fredda sulle pendici dei monti che "scorre" giù verso la costa e contrasta la bora).

Più che altro credo che sia l'aria del cuscinetto padano che va verso la costa con il N-W


A volte si è quello, ma parlano proprio di un effetto (CAD, appunto) che si manifesta in caso di forti piogge in zona.


Freddoforever [ Sab 21 Mar, 2020 14:04 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Fili ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Assolutamente d'accordo, e anche per la prima fase di lunedì, questo per rispondere all'amico di Sarnano.. I modelli non leggono bene l'impatto delle correnti contro l'Appennino.


Si in effetti l'orografia del'Appennino è difficile da leggere,vedremo..

k1llkod ha scritto: [Visualizza Messaggio]
da neofita vorrei chiedervi, che ruolo può avere con la perturbazioni in arrivo il monte conero? favorirebbe precipitazioni nevose verso la costa a se stante?


Non particolarmente,più che altro incide l'ASE se e quando presente.


Adriatic92 [ Sab 21 Mar, 2020 14:04 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
La breve spiegazione del fenomeno (CAD) :

Questo particolare e curioso effetto microclimatico interessa, in Italia, la zona compresa tra Rimini e Falconara e contrariamente al Garbino è un vento decisamente freddo che può favorire la neve fin sulla costa. Andiamo ad analizzare i dettagli.
Contrariamente a quanto si pensi il vento di bora non è per le Marche il vento più freddo e associabile alla neve anche per la costa. Non può esserlo essenzialmente per due motivi: la bora analogamente al garbino è un vento catabatico di caduta: l'aria gelida di origine balcanica o russa incontrando le Alpi Dinariche è costretta dapprima a salire e successivamente a scendere diventando un vento di caduta. Così, per esempio, un'aria che ha in origine una temperatura di -10 °C a 925 hPa (circa 700 m s.l.m.) prima di impattare sulle Alpi dinariche diventa di +1°C alla stessa quota dopo averle superate e subito la compressione. In aggiunta l'aria dovrà attraversare il mare Adriatico, una superficie relativamente calda, con temperatura che in inverno si aggira sui 10-11 °C acquisendo quindi ulteriore calore fin quando raggiunge le nostre coste adriatiche. Per queste ragioni ecco che con un'irruzione fredda, correnti tese da est ed un'isoterma di -5 °C a 850 hPa (circa 1500 m) non può nevicare a bassa quota ma solo a quote superiori ai 300-400 m: non è sorprendende in questo caso registrare temperature di +4,+6 °C sulla costa. Affichè nevichi anche sulla costa con correnti al suolo da NE-E occorre che l'isoterma a 850 hPa sia almeno di -10 °C a meno che non intervenga l'effetto CAD.
Il CAD è un fenomeno su mesoscala (circa 200 km di estensione) per il quale l'aria fredda è intrappolata nei bassi strati in genere ad est di una catena montuosa (emisfero nord).

Elementi che possono generare il Cold Air Damming:

- Presenza di una catena montuosa

- Correnti da EST deboli o al limite moderate

- Precipitazioni

- Raffreddamento adiabatico"


Adriatic92 [ Sab 21 Mar, 2020 14:13 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Solo nell'innominabile Febbraio 2012 ci riuscì a nevicare con la bora (solo per un giorno) , magari negli eventi più estremi possibili riesce a farlo, però era tutta un'altra storia, si partiva con altre basi..


Olimeteo [ Sab 21 Mar, 2020 14:14 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Esatto, Fili! È proprio quella carta e quel breve articolo. Da come l'ha "ritoccata" fa trasparire (al popolo che non approfondisca) arie di Burian.
Poco fa, proprio per andare a constatare quello cui accennava MilanoMagik, sono andato a leggere, come spesso fo, l'analisi tecnica dell'AM: "...ponte di Voejkov...avvezione di aria POLARE-CONTINENTALE " .
Bella, Daniel! In effetti le carte danno una -12 a 850hpa solo in zona Quarnaro ed entroterra dalmata. Ho dato uno sguardo alle termiche previste ad ANCONA: non sotto gli 0-1 (windchill abbasserà qualche grado) al limite dell'acquaneve. Inoltre un'aria VERAMENTE polare-continentale avrebbe uno spessore minore e un'omogeneità da cuscino gelido superiore.
Infatti DAMMING significa proprio sbarramento, barriera, diga: è l'effetto opposto alla catabasi ossia al riscaldamento per compressione. Ed è proprio la fusione del fiocco che sottraendo calore all'aria circostante crea un cuscino gelido nei bassi strati; in pratica è una "trappola" di inversione.


Carletto89 [ Sab 21 Mar, 2020 14:43 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Oh, grande disamina Fili, grazie.
C'ho messo parecchio a leggerla e sinceramente al momento non saprei che altro aggiungere, se non che con questo bombolone dritto per dritto qualche nucleo a spasso per vedere una fioccata me lo aspetto anche io. Eccesso di ottimismo? Vedremo.


Gab78 [ Sab 21 Mar, 2020 14:59 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Adriatic92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
La breve spiegazione del fenomeno (CAD) :

Questo particolare e curioso effetto microclimatico interessa, in Italia, la zona compresa tra Rimini e Falconara e contrariamente al Garbino è un vento decisamente freddo che può favorire la neve fin sulla costa. Andiamo ad analizzare i dettagli.
Contrariamente a quanto si pensi il vento di bora non è per le Marche il vento più freddo e associabile alla neve anche per la costa. Non può esserlo essenzialmente per due motivi: la bora analogamente al garbino è un vento catabatico di caduta: l'aria gelida di origine balcanica o russa incontrando le Alpi Dinariche è costretta dapprima a salire e successivamente a scendere diventando un vento di caduta. Così, per esempio, un'aria che ha in origine una temperatura di -10 °C a 925 hPa (circa 700 m s.l.m.) prima di impattare sulle Alpi dinariche diventa di +1°C alla stessa quota dopo averle superate e subito la compressione. In aggiunta l'aria dovrà attraversare il mare Adriatico, una superficie relativamente calda, con temperatura che in inverno si aggira sui 10-11 °C acquisendo quindi ulteriore calore fin quando raggiunge le nostre coste adriatiche. Per queste ragioni ecco che con un'irruzione fredda, correnti tese da est ed un'isoterma di -5 °C a 850 hPa (circa 1500 m) non può nevicare a bassa quota ma solo a quote superiori ai 300-400 m: non è sorprendende in questo caso registrare temperature di +4,+6 °C sulla costa. Affichè nevichi anche sulla costa con correnti al suolo da NE-E occorre che l'isoterma a 850 hPa sia almeno di -10 °C a meno che non intervenga l'effetto CAD.
Il CAD è un fenomeno su mesoscala (circa 200 km di estensione) per il quale l'aria fredda è intrappolata nei bassi strati in genere ad est di una catena montuosa (emisfero nord).

Elementi che possono generare il Cold Air Damming:

- Presenza di una catena montuosa

- Correnti da EST deboli o al limite moderate

- Precipitazioni

- Raffreddamento adiabatico"


Molto interessante!


GiagiMeteo [ Sab 21 Mar, 2020 16:22 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
ICON 12z ritarda l'aggancio del nocciolo alla depressione afro-mediterranea rispetto allo 06z.
Inoltre le isoterme negative resisterebbero fino alla sera del 26, con quindi neve continua sopra gli 8-900 m.
Per il resto nocciolo che entra dritto per dritto come nei precedenti run dalla mattina del 24.


enniometeo [ Sab 21 Mar, 2020 16:56 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Davvero poche precipitazioni...


Matteo91 [ Sab 21 Mar, 2020 17:11 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Facendo un rapido escursus storico sulle irruzioni primaverili: chi si ricorda l'irruzione che avvenne nei primi giorni di Aprile 2003? Me la ricordo bene quella mattina, riuscì a nevica fin sulla costa


GiagiMeteo [ Sab 21 Mar, 2020 17:28 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Matteo91 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Facendo un rapido escursus storico sulle irruzioni primaverili: chi si ricorda l'irruzione che avvenne nei primi giorni di Aprile 2003? Me la ricordo bene quella mattina, riuscì a nevica fin sulla costa

Non la posso ricordare però la conosco, ma la situazione barica era diversa da quella che si profila.
Quella volta penso sia con tempi di ritorno secolari.

Tornando in topic GFS 12z con ampiezza del nucleo freddo leggermente ridotta rispetto allo 06z.


Ricca Gubbio [ Sab 21 Mar, 2020 17:31 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
enniometeo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Davvero poche precipitazioni...
Non so quante precipitazioni farà ma i modelli non vedono lo Stau.. forse avranno anche ragione ma non mi baserei sui modelli per le precipitazioni. Questo che scrivo é solo per la piccola esperienza che ho. Troppe volte ho visto belle nevicate quando i modelli non davano nulla o viceversa nemmeno un fiocco quando fino a 24h prima i modelli davano minimo 20cm...


Frosty [ Sab 21 Mar, 2020 17:37 ]
Oggetto: Re: [BREVE TERMINE] Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Bravo riccardo !


enniometeo [ Sab 21 Mar, 2020 17:38 ]
Oggetto: Re: Nucleo Artico In Rotta Verso L'Italia: Analisi E Dettagli Previsionali
Ricca Gubbio ha scritto: [Visualizza Messaggio]
enniometeo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Davvero poche precipitazioni...
Non so quante precipitazioni farà ma i modelli non vedono lo Stau.. forse avranno anche ragione ma non mi baserei sui modelli per le precipitazioni. Questo che scrivo é solo per la piccola esperienza che ho. Troppe volte ho visto belle nevicate quando i modelli non davano nulla o viceversa nemmeno un fiocco quando fino a 24h prima i modelli davano minimo 20cm...


Ok grazie...vedremo in sede di Nowcasting




Powered by Icy Phoenix