Pagina 1 di 1
 
 

Messaggio Posizionamento Sensori E Variazioni Di Temperatura.

#1  il versiliese Mer 19 Giu, 2013 23:00

Dopo l'acquisto di una stazione di temperatura aggiuntiva davis,l'ho posizionata in giardino su fondo erboso dentro uno schermo passivo davis. a circa 190 cm di altezza.Il muro più vicino è a circa 3 metri .I valori di oggi sono risultati :T max. 31,1 T min. 18,9.T attuale 21,1
La stazione principale davis vantage pro 2 con schermo ventilato day time è sul tetto a 2 metri di altezza dal colmo:Oggi ha segnato T max.32,4 T min.20,9.T attuale 23,4.
Se tanto mi da tanto la temp. media in giardino è ben più bassa di quella sul tetto.Pure in teoria sono 2 stazioni a norma.Che ne dite?
P.S: weather link non è in grado di fornire i valori del sensore aggiuntivo in formato NOAA .Dovrò estrapolare i dati di temp. dai grafici giornalieri e poi fare la media a mano.Trovo che questo sia inconcepibile ,visto il costo del programma .
 



 
Principiante
Principiante
 
Utente #: 1498
Registrato: 10 Apr 2013

Età: 69
Messaggi: 215
67 Punti

Preferenza Meteo: Freddofilo

Stazione Meteo: Davis Vantage Pro2

Località: Viareggio

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 


Messaggio Re: Posizionamento Sensori E Variazioni Di Temperatura.

#2  Dic96 Gio 20 Giu, 2013 10:57

Ciao, per esperienza personale posso dirti che quando entrambe le installazioni sono a norma, il tetto tende a sottostimare le massime e a sovrastimare le minime. Diciamo che sul tetto (specie ad altezze importanti) viene meno il ruolo giocato dal suolo. Quindi, nel caso delle massime, la bolla di calore che avvolge le città nello strato d'aria "antropizzato" è scavalcata in altezza. Inoltre, la ventilazione sul tetto è quasi sempre presente, per cui è difficile che non ci sia neanche un alito di vento. Ciò limita le temperature. Gli stessi discorsi sono validi per la campagna, suppongo, dove piante e erba "trasudano" e creano un po' di cappa nei primissimi metri a contatto col suolo (spesso mi è capitato di avvertire molto caldo proprio immerso nella vegetazione, un caldo che definirei particolarmente afoso, ma non approfondisco perché non ne sono in grado).
Nel caso delle minime, invece, il raffreddamento del suolo che disperde calore nella notte viene sottostimato dalle stazioni sul tetto. Quindi, nel caso delle installazioni su tetto, la temperatura cala a rilento e cala meno.

Nel caso specifico che ci racconti, non so quale possa essere il motivo dell'incongruenza, il tetto dovrebbe limitare e "arieggiare" le temperature massime estive. Sei sicuro che la stazione meteo è almeno ad un paio di metri dalle tegole? La tua abitazione è circondata da altre più alte? Se così fosse, il discorso che ho fatto sopra viene meno e l'effetto bollente delle costruzioni prende il sopravvento.

Non so se altri utenti condividono tutto ciò che ho detto. Trovai esperimenti e dimostrazioni a tal proposito. A mio avviso, per dirla tutta, bisognerebbe distinguere tra le rilevazioni effettuate su tetto e quelle al suolo. Secondo me sono proprio due cose differenti.
Per esempio io risiedo a Terni, fuori dal centro, in una periferia abitata ma non sovraffollata. Ho una stazione meteo altissima, a 15 metri da terra senza alcun ostacolo intorno nel raggio di centinaia di metri. Capita, in estate, che registro massime molto molto simili a quelle del perugino poste magari al suolo e lontane dal capoluogo. Potrebbe sembrare strano, io in una conca a 180 mslm dovrei avere valori più bollenti. Ma la mia stazione respira grazie all'ubicazione. Se fosse ubicata in prossimità del terreno acquisterei circa un grado. Per cui (opinione mia) le misurazioni di noi meteo-appassionati andrebbero distinte nettamente tra chi possiede una stazione su tetto e chi al suolo. Scusami se ho allargato un po' il discorso, ma credo di aver fatto considerazioni utili.
 




____________
Installazione su tetto a 15 metri da terra
 
Ultima modifica di Dic96 il Gio 20 Giu, 2013 11:32, modificato 9 volte in totale 
avatar
blank.gif Dic96 Sesso: Uomo
Utente Senior
Utente Senior
 
Utente #: 523
Registrato: 29 Gen 2009

Età: 34
Messaggi: 4227
790 Punti

Preferenza Meteo: Indifferente


Località: Terni periferia 180 mslm

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: Posizionamento Sensori E Variazioni Di Temperatura.

#3  Cyborg Gio 20 Giu, 2013 13:43

Dic96 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ciao, per esperienza personale posso dirti che quando entrambe le installazioni sono a norma, il tetto tende a sottostimare le massime e a sovrastimare le minime. Diciamo che sul tetto (specie ad altezze importanti) viene meno il ruolo giocato dal suolo. Quindi, nel caso delle massime, la bolla di calore che avvolge le città nello strato d'aria "antropizzato" è scavalcata in altezza. Inoltre, la ventilazione sul tetto è quasi sempre presente, per cui è difficile che non ci sia neanche un alito di vento. Ciò limita le temperature. Gli stessi discorsi sono validi per la campagna, suppongo, dove piante e erba "trasudano" e creano un po' di cappa nei primissimi metri a contatto col suolo (spesso mi è capitato di avvertire molto caldo proprio immerso nella vegetazione, un caldo che definirei particolarmente afoso, ma non approfondisco perché non ne sono in grado).
Nel caso delle minime, invece, il raffreddamento del suolo che disperde calore nella notte viene sottostimato dalle stazioni sul tetto. Quindi, nel caso delle installazioni su tetto, la temperatura cala a rilento e cala meno.

Nel caso specifico che ci racconti, non so quale possa essere il motivo dell'incongruenza, il tetto dovrebbe limitare e "arieggiare" le temperature massime estive. Sei sicuro che la stazione meteo è almeno ad un paio di metri dalle tegole? La tua abitazione è circondata da altre più alte? Se così fosse, il discorso che ho fatto sopra viene meno e l'effetto bollente delle costruzioni prende il sopravvento.

Non so se altri utenti condividono tutto ciò che ho detto. Trovai esperimenti e dimostrazioni a tal proposito. A mio avviso, per dirla tutta, bisognerebbe distinguere tra le rilevazioni effettuate su tetto e quelle al suolo. Secondo me sono proprio due cose differenti.
Per esempio io risiedo a Terni, fuori dal centro, in una periferia abitata ma non sovraffollata. Ho una stazione meteo altissima, a 15 metri da terra senza alcun ostacolo intorno nel raggio di centinaia di metri. Capita, in estate, che registro massime molto molto simili a quelle del perugino poste magari al suolo e lontane dal capoluogo. Potrebbe sembrare strano, io in una conca a 180 mslm dovrei avere valori più bollenti. Ma la mia stazione respira grazie all'ubicazione. Se fosse ubicata in prossimità del terreno acquisterei circa un grado. Per cui (opinione mia) le misurazioni di noi meteo-appassionati andrebbero distinte nettamente tra chi possiede una stazione su tetto e chi al suolo. Scusami se ho allargato un po' il discorso, ma credo di aver fatto considerazioni utili.


Quoto in pieno il tuo discorso, tutto giusto  
 




____________
www.sangiustinometeo.it
 
avatar
serbia.png Cyborg Sesso: Uomo
Mirco
Moderatore
Moderatore
 
Utente #: 609
Registrato: 12 Ott 2009

Età: 35
Messaggi: 7446
339 Punti

Preferenza Meteo: Indifferente

Stazione Meteo: LaCrosse WS2800

Località: San Giustino (PG) 336m - fraz. Cantone 675m

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: Posizionamento Sensori E Variazioni Di Temperatura.

#4  il versiliese Gio 20 Giu, 2013 19:01

Volevo proprio dire questo: i valori termici di tetto e suolo sono diversi,per cui come dice cyborg sarebbe bene distinguere.
per quanto riguarda la mia davis sul tetto confermo che è a 2 metri sul colmo,mentre sul lato nord c'è un palazzo di 4 piani che è più alto .Ho dimenticato di dire che il sensore al suolo prende il sole dalle 10 di mattina mentre quello sul tetto fa alba tramonto
ma vorrei aggiungere anche che è importante il tipo di sensore:credo che quelli in acciaio come il sensore della mia stazione aggiuntiva si raffreddino più in fretta degli altri,anche se inseriti in schermo.
Valori odierni :tetto Tmax 32,3 t min 20,9
                      suolo t max 31,7 t min 17,8 !!!!
 



 
Principiante
Principiante
 
Utente #: 1498
Registrato: 10 Apr 2013

Età: 69
Messaggi: 215
67 Punti

Preferenza Meteo: Freddofilo

Stazione Meteo: Davis Vantage Pro2

Località: Viareggio

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: Posizionamento Sensori E Variazioni Di Temperatura.

#5  il versiliese Dom 01 Set, 2013 22:13

dic96 ha colto nel segno!
Ecco i dati di luglio  davis sul tetto T.med 25,1 T med.min. 20,6 t med max. 29,2
                            sensore ad 1,80  di h t med24,3 tmed.min.19,4 tmed. max. 29
 

                 agosto  tetto  t med.24,9 t med min. 20,1 t.med. max 29,2
                            suolo  t med.23,9 t med min. 18,8 t. med. max. 28,9

Le minime fanno la differenza e non da poco!Aspetto l'inverno.....
 



 
Principiante
Principiante
 
Utente #: 1498
Registrato: 10 Apr 2013

Età: 69
Messaggi: 215
67 Punti

Preferenza Meteo: Freddofilo

Stazione Meteo: Davis Vantage Pro2

Località: Viareggio

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 


Pagina 1 di 1
 


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML
NascondiArgomenti Simili
Argomento Autore Forum Risposte Ultimo Messaggio
No Nuovi Messaggi Posizionamento Sensori larosadeiventi Strumenti meteo 71 Gio 13 Nov, 2014 18:56 Leggi gli ultimi Messaggi
master1986
No Nuovi Messaggi Staffa Per Posizionamento Pluviometro robby Strumenti meteo 6 Sab 28 Giu, 2008 19:37 Leggi gli ultimi Messaggi
Poranese457
No Nuovi Messaggi Posizionamento stazione meteo Beroide Frasnow Strumenti meteo 139 Dom 20 Dic, 2020 11:35 Leggi gli ultimi Messaggi
Frasnow