Castelluccio, progetto centro commerciale Deltaplano: opinioni e pareri


Titolo: Castelluccio, progetto centro commerciale Deltaplano: opinioni e pareri
Sono veramente allibito!!!!!

"Una colata di cemento deturperà per sempre uno degli spettacoli naturali più ammirati d’Italia. Dopo un anno di polemiche ecco il “Deltaplano”

Il terremoto ha ucciso, devastato, reciso vite e storie.

Oggi un luogo unico, che molti italiani, umbri, marchigiani e non solo considerano una parte del patrimonio personale, storico e naturalistico di questo Paese, ha subito un ulteriore attacco. La Piana di Castelluccio, lembo umbro al confine con le Marche, nota in tutto il mondo per l’ambiente naturale unico e per la bellezza della “fioritura”, subisce una modifica sostanziale a causa di una decisione politica che la cambierà, in peggio, per sempre.

Una colata di cemento sta deturpando Castelluccio, per ospitare una sorta di centro commerciale, il cosiddetto “Deltaplano”, come da intenzioni sbandierate o più spesso sottaciute dalla Regione Umbria nell’ultimo anno.

La foto dei lavori in corso è eloquente. Un pezzo di Italia non c’è più. Di seguito tre post Facebook razionali e rabbiosi da parte di tre persone che sul terremoto e sulla vicenda di Castelluccio non hanno lesinato critiche a quanto stava avvenendo. Inascoltati."

E infine Loredana Lipperini:

“So che molti di voi sono stupiti e indignati dalla fotografia della piana di Castelluccio che ho postato poco fa. Ma, amici e compadres, cosa vi aspettavate che succedesse? Abbiamo detto da mesi, in quei quattro tignosi che siamo, che non esisteva una previsione di smantellamento di quella struttura “leggera”, il famigerato centro commerciale detto Deltaplano. Lo abbiamo detto e scritto, ci siamo presi gli insulti non dei residenti, ma di chi ha attività commerciali a Castelluccio, nonché dei furbetti mediatici che hanno sposato apparentemente la causa di Castelluccio. Niente. Siamo sempre quattro gatti, Silvia Ballestra, Phil Connors, Leonardo Animali, Valentina Marchionni, Mario Di Vito, quattro gattacci col pelo arruffato a cui piange il cuore assistere alla distruzione di un mondo. Non per passatismo, e oggi Paolo Piacentini a Fahrenheit lo ha ben detto, che è questione di un’economia diversa, e Paolo Rumiz lo dice ogni volta che può, e Franco Arminio ci si sgola, poeticamente. Non si va avanti, coi centri commerciali, non è quello di cui l’Appennino ha bisogno. Ha bisogno di strategie a lungo termine, di pensieri che riguardino, e ben lo sa Maurizio Serafini, utopie realizzabili. Volevate il centro commerciale? Beccatevi il cemento sulla piana di Castelluccio. Bisogna unirsi, per pensare un mondo diverso. Unirsi. E sognare insieme, diamine”.

https://www.picenooggi.it/2018/04/2...-ce-lecomostro/

Profilo PM  
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Vergognoso! :evil:

Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Se non ho capito male, vorrebbero delocalizzare, quindi trasferire i ristoranti del paese, "urbanizzando" la piana per mettere su in piedi una sorta di centro commerciale, chiamato "Deltaplano".. invece di pianificare una bruttezza unica, non si poteva fare tanto altro, come ad esempio ricostruire il paese da zero e rimetterlo apposto?? Sempre peggio.. :censored: :giveup:

Ultima modifica di Adriatic92 il Sab 28 Apr, 2018 12:27, modificato 1 volta in totale
Profilo PM  
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
premesso che non conosco nei dettagli il progetto e non penso sia realizzato nè sulla piana, nè tantomeno sulle pendici del Redentore... aspettiamo prima di dire che sia un disastro.

Non è detto che tutti i mali vengano per nuocere. Non potrà certamente essere più brutto degli orridi casermoni anni '60 che infestavano Castelluccio che fortunatamente Madre Natura (sottoforma di 6.5M) ha provveduto a cancellare... di quelli, però, non si lamentava nessuno :wink:

Non dico che la "filosofia" di infilare un centro commerciale lì sia corretta, ci mancherebbe... ma se l'alternativa è vedere morire quel posto, allora ben venga, ovviamente se fatto architettonicamente e tecnologicamente in maniera adeguata all'ambiente in cui sorge ;)

preferirei un bel centro commerciale "delocalizzato" ed un borgo antico ricostruito solo per i residenti e poco più (tutto in pietra), che come era prima, col borgo antico "soffocato" da palazzoni in cemento e ringhiere di ferraccio, adibiti a strutture ricettive e ricreative... per carità. :ohno: :ohno:

EDIT: se questi rendering corrispondono a vero, pur non essendo un capolavoro di architettura, non ci vedrei davvero niente di male, anzi, mi sembra davvero una bella iniziativa ;)

vista_01 cstelluccio_1_678x381

NON SORGEREBBE DOVE C'E' LA FIORITURA e NON SI TRATTEREBBE di un ecomostro. Il titolo del Topic è assai fuorviante. Sono contrario a dire sempre NO a qualsiasi cosa... aspettiamo prima di giudicare. :bye:

Ultima modifica di Fili il Sab 28 Apr, 2018 12:41, modificato 6 volte in totale
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Condivido in toto il pensiero di Filippo....
Aspettiamo.... capiamo se è provvisorio e giudichiamo....
Concordo sulle case antesisma di Castelluccio, erano un pugno nello stomaco, solamente nell entroterra lucano e sardo ho visto robe analoghe :?

Profilo PM  
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Se ho capito bene la posizione dal rendering, in quell'area c'era un piazzale semi abbandonato. Il danno non sarebbe così alto.
È indubbio che un centro commerciale "diffuso" per il centro abitato sarebbe stato preferibile, ma non sarebbe potuto nascere in tempi brevi. Sono contro la cementificazione selvaggia ed incondizionata, ma in questo caso ci vedo un giusto compromesso.

Profilo PM  
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
menca92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Se ho capito bene la posizione dal rendering, in quell'area c'era un piazzale semi abbandonato. Il danno non sarebbe così alto.
È indubbio che un centro commerciale "diffuso" per il centro abitato sarebbe stato preferibile, ma non sarebbe potuto nascere in tempi brevi. Sono contro la cementificazione selvaggia ed incondizionata, ma in questo caso ci vedo un giusto compromesso.


sì, è sotto la strada che dal paese scende al Pian Grande... una posizione affatto invadente ed anzi, secondo me davvero un'ottima idea ;)

il centro commerciale "diffuso" nel borgo sarebbe stato impossibile, piccole botteghe potranno comunque essere riaperte, ma per un indotto economicamente maggiore (e quell'area ne ha infinito bisogno) servono superfici maggiori.

ll progetto non è affatto male, a patto di 2 condizioni:

1. che il nuovo venga realizzato così come si vede nel rendering (soprattutto le COPERTURE VERDI)

2. che il borgo antico venga ricostruito in pietra e soprattutto SENZA cemento e ferro intorno. Solo case di pietra sul colle.

;)

Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Mettetela come volete, dal mio punto di vista rimane cmq alla fine uno scempio, sia per il deturpamento paesaggistico, che per un'interesse politico-economico a favore di pochi e a discapito di tanti.. come mai per la ricostruzione post-terremoto non si è fatto mai nulla, i tempi dov'erano (ricordo le macerie rimosse dopo mesi e mesi, anzi, più di un anno ci è voluto) , e adesso decidono di edificare questo centro commerciale, così di punto in bianco .. !?

Profilo PM  
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Fili ha scritto: [Visualizza Messaggio]
menca92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Se ho capito bene la posizione dal rendering, in quell'area c'era un piazzale semi abbandonato. Il danno non sarebbe così alto.
È indubbio che un centro commerciale "diffuso" per il centro abitato sarebbe stato preferibile, ma non sarebbe potuto nascere in tempi brevi. Sono contro la cementificazione selvaggia ed incondizionata, ma in questo caso ci vedo un giusto compromesso.


sì, è sotto la strada che dal paese scende al Pian Grande... una posizione affatto invadente ed anzi, secondo me davvero un'ottima idea ;)

il centro commerciale "diffuso" nel borgo sarebbe stato impossibile, piccole botteghe potranno comunque essere riaperte, ma per un indotto economicamente maggiore (e quell'area ne ha infinito bisogno) servono superfici maggiori.

ll progetto non è affatto male, a patto di 2 condizioni:

1. che il nuovo venga realizzato così come si vede nel rendering (soprattutto le COPERTURE VERDI)

2. che il borgo antico venga ricostruito in pietra e soprattutto SENZA cemento e ferro intorno. Solo case di pietra sul colle.

;)


Sul secondo punto mi trovi pienamente d'accordo, difatti quello sarebbe appunto lo stile più adatto per il borgo

Profilo PM  
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Adriatic92 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Mettetela come volete, dal mio punto di vista rimane cmq alla fine uno scempio, sia per il deturpamento paesaggistico, che per un'interesse politico-economico a favore di pochi e a discapito di tanti.. come mai per la ricostruzione post-terremoto non si è fatto mai nulla, i tempi dov'erano (ricordo le macerie rimosse dopo mesi e mesi, anzi, più di un anno ci è voluto) , e adesso decidono di edificare questo centro commerciale, così di punto in bianco .. !?


Sbagli su tutti i fronti, a mio parere. Sia perche non c'è alcun deturpamento paesaggistico, a patto che venga costruito come da rendering (ripeto... ma tu te lo ricordi Castelluccio com'era prima??? Lì veramente era da indignarsi per lo scempio architettonico, solo che evidentemente a quell'immagine ci eravamo tristemente abituati), sia perchè a livello di indotto economico e di ripopolamento della zona sarebbe secondo me un ottimo viatico.

Per ricostruire il borgo antico serviranno anni, forse decenni. Dove pensavi di mettere le attività locali, nelle tende? Nelle baracche? Suvvia ;)

Il "centro commerciale" è l'unica occasione per far sì che Castelluccio possa avere, a breve, una vita propria. O preferivate le baracche in legno tipo casetta in Canadà?? Per favore su... a me sembra un bel progetto, hanno scelto una bellissima posizione iper-panoramica. Pensa a quanti ci scatteranno foto, selfie ecc., quanta pubblicità arriverà per quei luoghi.

Importante sarà, come sempre e più di prima, evitare di andarci di domenica e nei giorni festivi, per goderne comunque appieno il fascino 8))

Ultima modifica di Fili il Sab 28 Apr, 2018 14:27, modificato 1 volta in totale
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Quando si parla di Castelluccio e dei Sibillini, NON riesco ad essere imparziale...

Fa un effetto "strano", direi quasi inquietante, semplicemente immaginare una struttura del genere collocata in un ambiente simile, quasi sacro, in un certo senso...

Non so che dire, sinceramente. Se può essere qualcosa che possa rimettere in moto l'economia del luogo, perchè, senza giri di parole, è da lì che gioco forza bisogna ripartire, allora ci si può ragionare. Rimango però, nonostante ciò, molto molto perplesso (eufemismo...).

P.s.
Intanto, continua il lavoro di demolizione degli edifici gravemente lesionati. Il borgo sta cambiando radicalmente aspetto...

Ultima modifica di Gab78 il Sab 28 Apr, 2018 15:02, modificato 2 volte in totale

landscape800.jpg
Descrizione:  
Dimensione: 57.78 KB
Visualizzato: File visto o scaricato 63 volta(e)

landscape800.jpg


Profilo PM  
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Direi che sarebbe stata un'opportunità unica per ricostruire con i giusti criteri il centro abitato di Castelluccio, facendone una vera perla, senza le brutture di prima e dislocando le attività che ci saranno nel deltaplano per le vie del paese. Questa a mio modo di vedere sarebbe stata la soluzione migliore. Ma sicuramente sarebbe stato un progetto molto più costoso e lungo da realizzare, probabilmente molto oltre le disponibilità economiche che possono o vogliono essere messe sul piatto.

Potremmo stare a parlare per ore degli incredibili sprechi di denaro pubblico che ci sono nel nostro paese per opere inutili, orribili e spesso incompiute; soldi che servirebbero come il pane nelle aree del terremoto o in altre aree degradate del nostro paese, ma questo è un cancro che c'è da decenni e che pare impossibile debellare, e fa veramente incazzare pensare a che infrastrutture e servizi potremmo avere, non solo per il settore turistico, e quanta ricchezza potremmo produrre se non avessimo attraversato decenni e decenni di sprechi e ladrocini.

Detto ciò l'opera in questione, premettendo che non mi piace, può essere una buona soluzione, sperando che per lo meno si proceda rapidamente, per riportare il prima possibile in loco turismo e possibilità di lavoro. Forse il compromesso migliore che si può ottenere con le poche possibilità che si hanno.

Ultima modifica di il fosso il Sab 28 Apr, 2018 19:56, modificato 1 volta in totale
Profilo PM  
Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
preciso

https://www.facebook.com/danieledantes/posts/10215644149917864

:wink:

Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Concordo in pieno con Filippo.

Titolo: Re: Castelluccio, Là Dove C’era La Fioritura Ora C’è L’Ecomostro
Concordo completamente con Fili

Provvedo anche a modificare il nome del topic perché così è aleatorio è quasi da clickbaiting


Pagina 1 di 3


  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario

   

Questa visualizzazione "Lo-Fi" è semplificata. Per avere la versione completa di formattazioni ed immagini clicca su questo link.

Powered by Icy Phoenix based on phpBB
Design by DiDiDaDo

Tempo Generazione: 0.1881s (PHP: -46% SQL: 146%)
SQL queries: 21 - Debug On - GZIP Abilitato