Pagina 73 di 85
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 72, 73, 74 ... 83, 84, 85  Successivo
Vai a pagina   
 

Messaggio Re: A Proposito Di Medie Termiche...

#1081  mausnow Mer 24 Ott, 2018 12:49

Eh?? Non sento!... Quando uno è affannato pure le facoltà uditive vengono meno, ce vò pazienza...  
Tanto ognuno ha le sue opinioni e quelle rimangono. Così come le etichette, se le te appioppano.
Pazienza, magari sono pure decorative, che vale la pena prendersela?
Concentriamoci sulla meteo che ci appassiona e dibattiamo senza paura!  
Il resto (pregiudizi, etc.) lo metto in modalità ignore. Abbracci sempre e comunque.
 



 
avatar
italia.png mausnow Sesso: Uomo
Maurizio
Veterano
Veterano
 
Utente #: 27
Registrato: 18 Apr 2005

Età: 55
Messaggi: 2481

Preferenza Meteo: Indifferente


Località: Olmo Costa d'Argento/Corciano/Fontivegge

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 


Messaggio Re: A Proposito Di Medie Termiche...

#1082  zeppelin Mer 24 Ott, 2018 14:12

mausnow ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Eh?? Non sento!... Quando uno è affannato pure le facoltà uditive vengono meno, ce vò pazienza...  
Tanto ognuno ha le sue opinioni e quelle rimangono. Così come le etichette, se le te appioppano.
Pazienza, magari sono pure decorative, che vale la pena prendersela?
Concentriamoci sulla meteo che ci appassiona e dibattiamo senza paura!  
Il resto (pregiudizi, etc.) lo metto in modalità ignore. Abbracci sempre e comunque.


I pregiudizi sono di quelli che leggono un numero e ci vedono quel che vogliono vedere caro Maurizio.
Quelli che i pregiudizi non ce l'hanno vedono un numero e lo leggono come tale, traendone le conseguenze, come faccio sempre io nella meteo e nella vita quotidiana.
Condivido il resto.
 




____________
- Il CNR usa le medie 1971-2000, il NOAA usa le 1981-2010, noialtri usiamo ognuno la sua, dunque non è che i dati son sballati è solo che son diverse le medie di riferimento.
- Il concetto di "normalità" del clima in senso letterale non esiste, si considera "normale" in climatologia una determinata media solo come riferimento statistico.
- I Led Zeppelin son musica, Baby K è m...a.
 
avatar
italia.png zeppelin Sesso: Uomo
Giaime
Contributor
Contributor
Socio Ordinario
 
Utente #: 152
Registrato: 03 Mar 2006

Età: 39
Messaggi: 6092

Preferenza Meteo: Freddofilo


Località: Città della Pieve (PG), 490 m (Casa). Chiusi o Castiglione del Lago 250m. (Lavoro)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: A Proposito Di Medie Termiche...

#1083  mausnow Mer 24 Ott, 2018 18:30

zeppelin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
I pregiudizi sono di quelli che leggono un numero e ci vedono quel che vogliono vedere caro Maurizio.
Quelli che i pregiudizi non ce l'hanno vedono un numero e lo leggono come tale, traendone le conseguenze, come faccio sempre io nella meteo e nella vita quotidiana.
Condivido il resto.


Certo che sì, e speriamo di individuarli, prima o poi  
 



 
avatar
italia.png mausnow Sesso: Uomo
Maurizio
Veterano
Veterano
 
Utente #: 27
Registrato: 18 Apr 2005

Età: 55
Messaggi: 2481

Preferenza Meteo: Indifferente


Località: Olmo Costa d'Argento/Corciano/Fontivegge

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: A Proposito Di Medie Termiche...

#1084  zeppelin Dom 11 Nov, 2018 17:42

Articolo del LAMMA sul clima dello scorso ottobre:  http://www.lamma.rete.toscana.it/ne...-climate-change


Ottobre 2018: ovvero l'autunno ai tempi del climate change


Presentiamo una breve analisi sull'andamento meteo-climatico del mese di ottobre. Temperature sopra media e piogge intense ma irregolari definiscono la peculiarità di un clima che mostra sempre più i tratti di cambiamento di cui si parla negli ultimi anni.


Precipitazioni
L'andamento delle piogge ad ottobre è stato decisamente discontinuo. Se analizziamo i valori mensili, i dati ci dicono che le piogge sono state poco sotto media: -2 giorni piovosi mediamente nei 10 capoluoghi con circa -30% di pioggia cumulata (climatologia 1981-2010).
Il deficit maggiore di pioggia si è registrato nelle aree del centro Toscana, (Pisa, Livorno, Siena, Prato, Firenze, Arezzo) con un -35%;  -25%  al Nord (Pistoia, Lucca, Massa-Carrara) e ancor meno al Sud dove a Grosseto è stato osservato solo un -15%.
In realtà dietro a questi deficit mensili che non hanno nulla di eccezionale, si cela però un andamento delle precipitazioni particolarmente discontinuo.
La gran parte dei cumulati è infatti da attribuire a pochi giorni in cui sono verificate piogge abbondanti. Nella zona del centro Toscana, ad esempio, ci sono stati ben 20 giorni consecutivi con piogge praticamente assenti, come si vede ad esempio guardando alla mappa di precipitazione relativa alla seconda decade del mese.
La scarsità di precipitazioni osservata fin quasi alla fine del mese di ottobre aveva acuito il periodo siccitoso, presente anche nel mese precedente, in alcune zone della regione. A pochi giorni dalla fine del mese, infatti, una buona parte dei capoluoghi risultava essere entrato in una fase siccitosa da moderata a severa (in particolar modo Firenze, Livorno, Pisa e Massa).
Solo state le precipitazioni fra il 29 e il 31 che hanno portato ad un netto miglioramento che però potrebbe essere solo momentaneo, in conseguenza di quale sarà l'andamento meteorologico delle prossime settimane.

Questo andamento evidenzia alcuni effetti del cambiamento climatico sulle precipitazioni alle nostre latitudini.
Si è più volte precisato, infatti, che analizzando il trend delle precipitazioni cumulate, rispetto al passato, non si notano significativi aumenti o diminuzioni, ma ad essere cambiata negli ultimi venti anni sembra invece la loro distribuzione temporale che si è fatta più discontinua, con una maggior frequenza di lunghi periodi siccitosi alternati a lunghi periodi piovosi, durante i quali è più probabile il verificarsi di eventi estremi. Scenari questi che impattano pesantemente sul territorio con siccità sempre più frequenti e possibilità di più frequenti episodi di dissesto idrogeologico e idraulico.  
  
 
Temperature
Dal punto di vista termico, ottobre è stato decisamente più caldo rispetto alla media (1981-2010). Nelle 4 stazioni sinottiche dell'Aeronautica Militare (Arezzo, Firenze, Pisa e Grosseto) è stato il quinto ottobre più caldo dal 1955, a pari merito con il 1990. Più caldi il 2004, 2001, 2013, 2014.  

Le temperature medie sono state di 2 gradi sopra la norma  (+1.9 °C ),  +1.5 °C per le minime mentre le massime hanno fatto registrare un +2.4 °C rispetto al trentennio 1981-2010. Guardando all'andamento di queste quattro stazioni meteorologiche prese in esame, l'anomalia più consistente ha riguardato Pisa, con +2.4 °C,  poi +2.0 °C  a Firenze e Arezzo ed infine  +1.4 °C a Grosseto.
 
E' interessante sottolineare anche come questa anomalia mensile sia il risultato di un andamento pressoché costante delle temperature che per quasi tutto il mese si sono mantenute sempre su valori sopra o molto sopra media . Il grafico sotto riportato mostra l'andamento della stazione di Firenze.
     
Osservando l'anomalia di temperatura mensile del 2018 (vedi grafico spra), da gennaio ad ottobre tutti i mesi, esclusi febbraio e marzo, hanno fatto registrare temperature sopra media, con i valori maggiori di anomalia positiva registrati rispettivamente ad aprile (+2.7 °C) e gennaio (+2.4 °C).
 




____________
- Il CNR usa le medie 1971-2000, il NOAA usa le 1981-2010, noialtri usiamo ognuno la sua, dunque non è che i dati son sballati è solo che son diverse le medie di riferimento.
- Il concetto di "normalità" del clima in senso letterale non esiste, si considera "normale" in climatologia una determinata media solo come riferimento statistico.
- I Led Zeppelin son musica, Baby K è m...a.
 
avatar
italia.png zeppelin Sesso: Uomo
Giaime
Contributor
Contributor
Socio Ordinario
 
Utente #: 152
Registrato: 03 Mar 2006

Età: 39
Messaggi: 6092

Preferenza Meteo: Freddofilo


Località: Città della Pieve (PG), 490 m (Casa). Chiusi o Castiglione del Lago 250m. (Lavoro)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: A Proposito Di Medie Termiche...

#1085  il fosso Lun 03 Dic, 2018 21:03

Letture consigliate per chi si interessa delle  vicissitudini climatiche;

http://www.meteodolomiti.it/servizi...nel_passato.pdf

https://www.nature.com/articles/s41612-018-0044-6

La prima è un interessante studio sulla variabilità fissa dei pattern medi che interessano in special modo il nostro comparto, con basi storico statistiche; nella seconda si parla del rapporto, finora poco felice, tra variabilità climatica e capacità di predirne i comportamenti attraverso gli attuali modelli, con una bella parte sullo sforzo di ricerca che si sta facendo per l'implementazione degli stessi. Spero apprezzerete, buona lettura
 




____________
Bisogna avere in sè il caos per partorire una stella che danzi.
Friedrich Nietzsche
 
avatar
italia.png il fosso Sesso: Uomo
Paolo
Contributor
Contributor
 
Utente #: 378
Registrato: 09 Mar 2008

Età: 38
Messaggi: 7553

Preferenza Meteo: Freddofilo

Stazione Meteo: Oregon Scientific Generica

Località: Perugia centro storico (450m slm) - Fossato di Vico (584m slm), (abitazione a 620m slm)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: A Proposito Di Medie Termiche...

#1086  zeppelin Dom 09 Dic, 2018 13:54

Tranquilli è inutile che ci affanniamo, la colpa è di Satana!

https://video.repubblica.it/cronaca...oMd3TWohlPxe4dI
 




____________
- Il CNR usa le medie 1971-2000, il NOAA usa le 1981-2010, noialtri usiamo ognuno la sua, dunque non è che i dati son sballati è solo che son diverse le medie di riferimento.
- Il concetto di "normalità" del clima in senso letterale non esiste, si considera "normale" in climatologia una determinata media solo come riferimento statistico.
- I Led Zeppelin son musica, Baby K è m...a.
 
Ultima modifica di zeppelin il Dom 09 Dic, 2018 14:00, modificato 1 volta in totale 
avatar
italia.png zeppelin Sesso: Uomo
Giaime
Contributor
Contributor
Socio Ordinario
 
Utente #: 152
Registrato: 03 Mar 2006

Età: 39
Messaggi: 6092

Preferenza Meteo: Freddofilo


Località: Città della Pieve (PG), 490 m (Casa). Chiusi o Castiglione del Lago 250m. (Lavoro)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio A proposito di medie termiche.

#1087  snow96 Lun 10 Dic, 2018 09:33

Sottozero ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Praticamente abbiamo una configurazione barica estiva.....è solo garzie alla posizione della terra rispetto al sole che non abbiamo 30 gradi se no sembra agosto!!!!


Non è una configurazione barica estiva, è una configurazione barica invernale tipica di dicembre post anno 2000. Direi che 20 anni fanno un trend, no? Se restiamo attaccati ai "dicembre" del secolo scorso, avremo solo delusioni. Trasformiamo la delusione in consapevolezza. That's it.

Come dissi l'anno scorso e l'anno prima ancora, quando il forum era moderatamente inondato da lamenti mentre eravamo alle prese con Atlantico abbastanza fresco da far nevicare in media montagna, quello è il massimo che ci possiamo attendere/sperare dai "dicembre" attuali. Infatti, guardando le carte, tutto ciò che spero è che i ripetuti cavi atlantici che tendono a sfilare a nord delle Alpi possano abbassarsi un poco di latitudine.
Si tratta in ogni caso di eventi poco incisivi e duraturi, la cui insistenza sullo stivale si limita a 24 h. Tuttavia se questi si ripetessero con una certa regolarità potrebbero almeno portare l'agognata neve montana.

Ad esempio, a scopo puramente accademico vista la distanza temporale, quello che vede GFS 00 per il 23-25 dicembre lo firmerei col sangue.

Sperare in altro in questo momento storico è lecito, ma improbabile.

P.S.: ieri esordio sciistico in Latemar. Situazione: spolverata a 1000 m, 10 cm a 2000 m, parecchia roba oltre i 2500 m, praticamente sui cocuzzoli, grazie all'unica perturbazione degna di nota che ha colpito la zona in tutto l'autunno.
Moltissimi alberi abbattuti e non recuperati (ormai destinati a marcire in sito).
A metà mattinata un effimero sfondamento da stau ha portato un'oretta di neve. Ebbene si, sono stato un'ora sotto la neve. Come fenomeno meteorologico esiste ancora, su questo posso rassicurarvi!  
 




____________
Stazione meteo Padova: http://www.lineameteo.it/stazioni.php?id=1862
Stazione meteo Spoleto: http://www.lineameteo.it/stazioni.php?id=1867
 
Ultima modifica di snow96 il Lun 10 Dic, 2018 09:58, modificato 1 volta in totale 
avatar
italia.png snow96 Sesso: Uomo
Contributor
Contributor
 
Utente #: 4
Registrato: 15 Apr 2005

Età: 44
Messaggi: 5171

Preferenza Meteo: Indifferente


Località: Padova - Spoleto (405 m)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: Seconda Decade Di Dicembre: Prove Di Inverno In Europa

#1088  Carletto89 Lun 10 Dic, 2018 09:33

Sottozero ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Praticamente abbiamo una configurazione barica estiva.....è solo garzie alla posizione della terra rispetto al sole che non abbiamo 30 gradi se no sembra agosto!!!!


Fosse per la "posizione" a quest'ora avremmo 60°C.  
Siamo in fase di perielio, ringrazierei piuttosto la maggiore velocità di rotazione della terra, non la sua posizione.  
 




____________
✽ All I need is Snow ✽
 
avatar
italia.png Carletto89 Sesso: Uomo
Carlo
Moderatore
Moderatore
Socio Ordinario
 
Utente #: 1419
Registrato: 30 Dic 2012

Età: 29
Messaggi: 3831

Preferenza Meteo: Freddofilo

Stazione Meteo: LaCrosse WS2350 e LaCrosse Generica

Località: Perugia - Madonna Alta 310 mt.

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: [MEDIO TERMINE] Seconda Decade Di Dicembre: Prove Di Inverno In Europa

#1089  Cyborg Lun 10 Dic, 2018 10:43

snow96 ha scritto: [Visualizza Messaggio]


Sperare in altro in questo momento storico è lecito, ma improbabile.

P.S.: ieri esordio sciistico in Latemar. Situazione: spolverata a 1000 m, 10 cm a 2000 m, parecchia roba oltre i 2500 m, praticamente sui cocuzzoli, grazie all'unica perturbazione degna di nota che ha colpito la zona in tutto l'autunno.
Moltissimi alberi abbattuti e non recuperati (ormai destinati a marcire in sito).
A metà mattinata un effimero sfondamento da stau ha portato un'oretta di neve. Ebbene si, sono stato un'ora sotto la neve. Come fenomeno meteorologico esiste ancora, su questo posso rassicurarvi!  


Pensa se l'esordio lo avessi fatto negli anni '50

noaa_1_1956121218_2  noaa_1_1954120918_2  noaa_1_1953120418_2

Di situazioni simili a queste in Dicembre ce ne sono a tonnellate, di ondate di freddo molte poche. Basta farsi una bella carrellata negli archivi...
Questo non per dire che non ci troviamo in un periodo mediamente più caldo, ma per dire che purtroppo nell'era di internet e dei modelli tutto viene ingigantito. E tante situazioni viste e riviste vengono considerate straordinarie...
 




____________
www.sangiustinometeo.it
 
avatar
serbia.png Cyborg Sesso: Uomo
Mirco
Moderatore
Moderatore
Socio Ordinario
 
Utente #: 609
Registrato: 12 Ott 2009

Età: 33
Messaggi: 6789

Preferenza Meteo: Indifferente

Stazione Meteo: LaCrosse WS2800

Località: San Giustino (PG) 336m

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: [MEDIO TERMINE] Seconda Decade di Dicembre: Prove di Inverno in Europa

#1090  zeppelin Lun 10 Dic, 2018 10:53

Le stesse configurazioni di 30-40-50-60 anni fa portano mediamente 1-2 gradi di più. Sta tutta qua la faccenda. Tutto il resto è noia, lo scirocco c'è sempre stato, l'anticiclone africano anche, sono solo aumentate le temperature a causa del riscaldamento climatico. Tutta la polemica-discussione qua sopra a mio modo di vedere si riassume così e non è un bel riassunto.
P.S. ovviamente poi tali differenze sono molto più evidenti in montagna che nelle pianure soprattutto nel semestre freddo, dove le inversioni termiche "tamponano" molto gli esagerati esuberi termici che fanno schizzare le temperature di colli e soprattutto monti a livelli stratosferici.
Ricordo a questo proposito il famigerato dicembre 2015, quando le stazioni di montagna registrarono valori di +4/+5 sulla media, con il dicembre più caldo in assoluto, mentre nelle pianure si visse un dicembre umido e a tratti persino freddo. La differenza era palese già tra Moiano (dove ho vissuto per un paio d'anni in quel periodo) e C.d.Pieve, figuriamoci!  
 




____________
- Il CNR usa le medie 1971-2000, il NOAA usa le 1981-2010, noialtri usiamo ognuno la sua, dunque non è che i dati son sballati è solo che son diverse le medie di riferimento.
- Il concetto di "normalità" del clima in senso letterale non esiste, si considera "normale" in climatologia una determinata media solo come riferimento statistico.
- I Led Zeppelin son musica, Baby K è m...a.
 
Ultima modifica di zeppelin il Lun 10 Dic, 2018 10:57, modificato 1 volta in totale 
avatar
italia.png zeppelin Sesso: Uomo
Giaime
Contributor
Contributor
Socio Ordinario
 
Utente #: 152
Registrato: 03 Mar 2006

Età: 39
Messaggi: 6092

Preferenza Meteo: Freddofilo


Località: Città della Pieve (PG), 490 m (Casa). Chiusi o Castiglione del Lago 250m. (Lavoro)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: [MEDIO TERMINE] Seconda Decade di Dicembre: Prove di Inverno in Europa

#1091  Cyborg Lun 10 Dic, 2018 11:06

zeppelin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Le stesse configurazioni di 30-40-50-60 anni fa portano mediamente 1-2 gradi di più. Sta tutta qua la faccenda. Tutto il resto è noia, lo scirocco c'è sempre stato, l'anticiclone africano anche, sono solo aumentate le temperature a causa del riscaldamento climatico. Tutta la polemica-discussione qua sopra a mio modo di vedere si riassume così.


E' proprio quello che intendevo  
E' lecito lamentarsi per quel grado in più, ma per il resto meravigliarsi ogni volta della zonalità, dell'Appennino marrone a Dicembre ecc. vuol dire avere pretese irrealistiche sul nostro clima.  
 




____________
www.sangiustinometeo.it
 
avatar
serbia.png Cyborg Sesso: Uomo
Mirco
Moderatore
Moderatore
Socio Ordinario
 
Utente #: 609
Registrato: 12 Ott 2009

Età: 33
Messaggi: 6789

Preferenza Meteo: Indifferente

Stazione Meteo: LaCrosse WS2800

Località: San Giustino (PG) 336m

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: [MEDIO TERMINE] Seconda Decade Di Dicembre: Prove Di Inverno In Europa

#1092  snow96 Lun 10 Dic, 2018 11:36

Cyborg ha scritto: [Visualizza Messaggio]
snow96 ha scritto: [Visualizza Messaggio]


Sperare in altro in questo momento storico è lecito, ma improbabile.

P.S.: ieri esordio sciistico in Latemar. Situazione: spolverata a 1000 m, 10 cm a 2000 m, parecchia roba oltre i 2500 m, praticamente sui cocuzzoli, grazie all'unica perturbazione degna di nota che ha colpito la zona in tutto l'autunno.
Moltissimi alberi abbattuti e non recuperati (ormai destinati a marcire in sito).
A metà mattinata un effimero sfondamento da stau ha portato un'oretta di neve. Ebbene si, sono stato un'ora sotto la neve. Come fenomeno meteorologico esiste ancora, su questo posso rassicurarvi!  


Pensa se l'esordio lo avessi fatto negli anni '50

noaa_1_1956121218_2  noaa_1_1954120918_2  noaa_1_1953120418_2

Di situazioni simili a queste in Dicembre ce ne sono a tonnellate, di ondate di freddo molte poche. Basta farsi una bella carrellata negli archivi...
Questo non per dire che non ci troviamo in un periodo mediamente più caldo, ma per dire che purtroppo nell'era di internet e dei modelli tutto viene ingigantito. E tante situazioni viste e riviste vengono considerate straordinarie...


Scusami Cyborg, ma questo gli americani lo chiamano "cherry picking", cioè scegliersi le ciliege senza verme. E' ovvio che anche in passato avrei potuto trovare carte con termiche più alte nello stesso periodo dell'anno, ma quanta neve c'era a quella data a 2200 m, fatta ovviamente in periodi precedenti? Non lo so, dovrei spulciarmi tutte le carte di quegli anni a ritroso fino ai primi di ottobre almeno, e adesso non ho tempo.
Quello che trovo singolare non è la fotografia di oggi o dei prossimi 20 gg, ma il fatto che riesca a passare un autunno intero senza UNA perturbazione che porti neve sulle Alpi a 2000 m. Non ho detto in valle, ho detto a 2000 m. Vuol dire avere un minimo di prp con termiche di +5/+7 in funzione dei GPT.

So benissimo ad esempio che il mitico 1956 fu secchissimo sulle Alpi (ho visto un video degli Alpini che, con degli scivoli, portavano la neve sulle piste di Cortina per le Olimpiadi, tanto per dire), però anche questo è cherry picking. Una volta lo facevo anche io...  
 




____________
Stazione meteo Padova: http://www.lineameteo.it/stazioni.php?id=1862
Stazione meteo Spoleto: http://www.lineameteo.it/stazioni.php?id=1867
 
avatar
italia.png snow96 Sesso: Uomo
Contributor
Contributor
 
Utente #: 4
Registrato: 15 Apr 2005

Età: 44
Messaggi: 5171

Preferenza Meteo: Indifferente


Località: Padova - Spoleto (405 m)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: [MEDIO TERMINE] Seconda Decade Di Dicembre: Prove Di Inverno In Europa

#1093  snow96 Lun 10 Dic, 2018 11:39

Cyborg ha scritto: [Visualizza Messaggio]
zeppelin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Le stesse configurazioni di 30-40-50-60 anni fa portano mediamente 1-2 gradi di più. Sta tutta qua la faccenda. Tutto il resto è noia, lo scirocco c'è sempre stato, l'anticiclone africano anche, sono solo aumentate le temperature a causa del riscaldamento climatico. Tutta la polemica-discussione qua sopra a mio modo di vedere si riassume così.


E' proprio quello che intendevo  
E' lecito lamentarsi per quel grado in più, ma per il resto meravigliarsi ogni volta della zonalità, dell'Appennino marrone a Dicembre ecc. vuol dire avere pretese irrealistiche sul nostro clima.  


Il punto è che, a mio avviso, non è un grado in più. E' un grado in più in media, ma per determinate configurazioni (es. Atlantico) i gradi in più sono 3 o 4. Ed è ovvio che le Alpi ne soffrano. Non ci vedo niente di strano eh, è il cambiamento climatico. Infatti non è che mi sono lamentato, anzi ... ho richiamato chi si lamenta!  
 




____________
Stazione meteo Padova: http://www.lineameteo.it/stazioni.php?id=1862
Stazione meteo Spoleto: http://www.lineameteo.it/stazioni.php?id=1867
 
avatar
italia.png snow96 Sesso: Uomo
Contributor
Contributor
 
Utente #: 4
Registrato: 15 Apr 2005

Età: 44
Messaggi: 5171

Preferenza Meteo: Indifferente


Località: Padova - Spoleto (405 m)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: [MEDIO TERMINE] Seconda Decade Di Dicembre: Prove Di Inverno In Europa

#1094  snow96 Lun 10 Dic, 2018 11:45

Aggiungo, e poi chiudo perché sarei in OT, che il grande male dei nostri tempi è non saper aspettare la natura, adeguarci ad essa. Anche negli anni '50 c'era il ponte dell'8 dicembre, e anche in quegli anni i ricconi milanesi andavano a sciare a frotte (fatte le dovute proporzioni), ma se la neve non c'era non sciavano, e amen. E quelli degli impianti prolungavano la stagione del bosco o delle vacche o che ne so che altro mestiere facessero.
Oggi vogliamo dettare noi le date, siamo tutti iperspecializzati, sappiamo fare una cosa sola e otteniamo guadagno da quella sola cosa. Questo ci rende più fragili. Abbiamo perso l'equivalente della biodiversità. Ecodiversità? Esiste? Se non esiste lo conio oggi.  
 




____________
Stazione meteo Padova: http://www.lineameteo.it/stazioni.php?id=1862
Stazione meteo Spoleto: http://www.lineameteo.it/stazioni.php?id=1867
 
avatar
italia.png snow96 Sesso: Uomo
Contributor
Contributor
 
Utente #: 4
Registrato: 15 Apr 2005

Età: 44
Messaggi: 5171

Preferenza Meteo: Indifferente


Località: Padova - Spoleto (405 m)

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 

Messaggio Re: [MEDIO TERMINE] Seconda Decade Di Dicembre: Prove Di Inverno In Europa

#1095  Cyborg Lun 10 Dic, 2018 11:56

snow96 ha scritto: [Visualizza Messaggio]


Scusami Cyborg, ma questo gli americani lo chiamano "cherry picking", cioè scegliersi le ciliege senza verme. E' ovvio che anche in passato avrei potuto trovare carte con termiche più alte nello stesso periodo dell'anno, ma quanta neve c'era a quella data a 2200 m, fatta ovviamente in periodi precedenti? Non lo so, dovrei spulciarmi tutte le carte di quegli anni a ritroso fino ai primi di ottobre almeno, e adesso non ho tempo.
Quello che trovo singolare non è la fotografia di oggi o dei prossimi 20 gg, ma il fatto che riesca a passare un autunno intero senza UNA perturbazione che porti neve sulle Alpi a 2000 m. Non ho detto in valle, ho detto a 2000 m. Vuol dire avere un minimo di prp con termiche di +5/+7 in funzione dei GPT.

So benissimo ad esempio che il mitico 1956 fu secchissimo sulle Alpi (ho visto un video degli Alpini che, con degli scivoli, portavano la neve sulle piste di Cortina per le Olimpiadi, tanto per dire), però anche questo è cherry picking. Una volta lo facevo anche io...  


Ho scritto andatevi a guardare gli archivi proprio per questo, perchè non volevo che ti fidassi delle sole carte che ho postato    Vedrai quanto è facile trovare situazioni zonali e miti, situazioni che quando accadono oggi portano invece a pensare a situazioni catastrofiche  
 




____________
www.sangiustinometeo.it
 
avatar
serbia.png Cyborg Sesso: Uomo
Mirco
Moderatore
Moderatore
Socio Ordinario
 
Utente #: 609
Registrato: 12 Ott 2009

Età: 33
Messaggi: 6789

Preferenza Meteo: Indifferente

Stazione Meteo: LaCrosse WS2800

Località: San Giustino (PG) 336m

  Condividi
  • Torna in cima Vai a fondo pagina
 


Pagina 73 di 85
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 72, 73, 74 ... 83, 84, 85  Successivo


NascondiQuesto argomento è stato utile?
Condividi Argomento
Segnala via email Facebook Twitter Windows Live Favorites MySpace del.icio.us Digg SlashDot google.com LinkedIn StumbleUpon Blogmarks Diigo reddit.com Blinklist co.mments.com
technorati.com DIGG ITA linkagogo.com meneame.net netscape.com newsvine.com yahoo.com Fai Informazione Ok Notizie Segnalo Bookmark IT fark.com feedmelinks.com spurl.net
Inserisci un link per questo argomento
URL
BBCode
HTML